Ind@aColibri

Questo spazio è stato creato per utilizzare e valorizzare il potere trasformativo e benefico della lettura in quanto rappresenta  un'inestimabile opportunità di esercizio alla comprensione di sé stessi. Consente una migliore comprensione del mondo e fornisce cornici sempre nuove per dotare di senso gli avvenimenti della propria vita. Oltre che aprire finestre di lettura è prevista la possibilità di scrivere per raccontare, condividere e connettere: il dentro con il fuori, le persone tra loro, i luoghi e i tempi, il sogno con la realtà.

Verranno condivise letture e scritture che possono nutrire e alimentare la nostra anima durante questo viaggio incredibile che è la vita. Chiunque voglia apportare suggerimenti di letture o frammenti di scritti personali può scrivere qui


Il Colibrì" di Sandro Veronesi, pubblicato il 24 ottobre 2019 dalla casa editrice La nave di Teseo, e "Quel che affidiamo al vento", di Laura Imai Messina e pubblicato da Piemme il 14 gennaio 2020.

Pubblicato a novembre del 2019, "La vita bugiarda degli adulti" ci fa tornare nei luoghi e nelle atmosfere della quadrilogia dell'Amica geniale, sempre della stessa autrice, ma con un focus un pò diverso. Stavolta infatti il cuore della narrazione è la ricerca di un'identità che nel corso della vita viene guidata da qualcosa. "Crescere per...

Entrambi hanno a che vedere, in maniera differente l'uno dall'altro, con la forza della vita a cui si può attingere grazie alla curiosità e alla ricerca, al superamento dei limiti imposti dalla rassegnazione, dalla mancanza di speranza e dall'appiattimento che scaturisce dall'assenza di senso critico e di sprazzi di ribellione.

"I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci e "Almarina" di Valeria Parrella sono i titoli suggeriti per questo mese. Entrambe le scrittrici con la loro opera danno voce a qualcosa che spesso non trova lo spazio adeguato sui libri di Storia e nelle vicende umane.

Entrambi sono veri e propri viaggi: il primo, "Come un respiro" di Ozpetek, pubblicato da Mondadori nel 2020, è contemporaneamente un viaggio nel tempo, da oggi agli anni sessanta, e un viaggio fisico, da Roma ad un'affascinante e misteriosa Istambul. Il tutto partendo dalla cucina di un appartamento a Roma, nel quartiere Testaccio, dove tre coppie...

perché esiste una bellissima leggenda Maya che racconta di quando gli dei, finito di creare ogni singolo animale con un compito specifico da svolgere sulla terra, si resero conto che mancava un lavoro molto importante: serviva un messaggero per trasportare i loro pensieri e desideri da un luogo ad un altro. Ma non c'era più materiale per creare un...

Anche la scienza ha dimostrato il potere terapeutico della scrittura e in particolare si è scoperto che scrivere a mano migliora la concentrazione, la memoria e la serenità.

Sono tanti i motivi per cui l'indaco è la tinta più adatta per colorare questo progetto,